18+ | Gioca Responsabilmente | Si applicano Termini e condizioni | Contenuto commerciale
Agenzia Dogane Monopoli

Club partecipanti, sorteggi, pronostici scommesse sulla Champions League

Le scommesse Champions League sono tra le più diffuse fra gli amanti del calcio, che interessano migliaia di appassionati in tutta l’Europa. In questa guida, le quote, i pronostici e le offerte.

Quote e pronostici sulla Champions League 2020

Per quanto riguarda le scommesse Champions League 2019/2020, è da notare come le squadre inglesi siano le favorite dei bookmaker. Manchester City e Liverpool godono delle quote migliori per quanto riguarda la vittoria finale. Alle loro spalle, non molto staccato, si trova il Barcellona. Si può dire che queste squadre sono le tre favorite per la vittoria finale.

Alle loro spalle, un po’ staccate, si trovano Paris Saint Germain e Bayern Monaco. Poco dietro sono tallonate da Juventus e Real Madrid. Dopo queste sette squadre le quote si impennano. I bookmaker paiono avere le idee molto chiare: queste sono le squadre che hanno più chance di portare a casa la coppa.

Le scommesse Champions League dello scorso anno non vedevano tantissimi favoriti per la vittoria finale. D’altronde, si sta parlando pur sempre di una competizione elitaria che vede confrontarsi le squadre più forti d’Europa e probabilmente del mondo.

Negli ultimi anni sono stati solo club spagnoli ad aggiudicarsi il trofeo tra Barcellona e Real Madrid, anche ai danni della Juventus, diventando i maggiori protagonisti delle scommesse finale champions. L’ultima squadra della serie A che è riuscita a trionfare in questa competizione è l’Inter, che nel 2010 ha arraffato di tutto e di più sotto la guida di Mourinho.

I tempi d’oro del Milan, protagonista negli anni ’80, ’90 e nei primi anni 2000, appaiono lontanissimi. I rossoneri hanno dato il meglio di sé nel torneo fino al 2007, quando in tutto il mondo si puntava su di loro nelle scommesse finale champions. Anche per questo le quote dei bookmakers hanno sempre tenuto in poca considerazione le squadre italiane.

Lo scorso anno, però, proprio la Juventus sembrava godere di maggiore stima a livello internazionale, complice la rimonta contro l’Atletico Madrid agli ottavi che aveva fatto impazzire le scommesse champions league. Il successo della “Vecchia Signora” era quotato in media 4, addirittura meno del Barcellona, ma comunque più del Manchester City di Guardiola che veniva visto come favorito assoluto.

La vittoria del Liverpool, finalista perdente della passata edizione, veniva valutata 5, mentre le altre inglesi Manchester United e Tottenham erano appaiate a 20. Il successo dell’Ajax, che aveva eliminato il Real, valeva 33 volte la posta. Quello del Porto, invece, addirittura 100.

Evidentemente, nelle quote gioca un ruolo fondamentale anche la compilazione del tabellone della fase ad eliminazione diretta.

La Juventus si ritrovava davanti un avversario tutto sommato abbordabile come l’Ajax e quindi per i bookmakers era più probabile che i bianconeri avanzassero nel torneo.

Mai come la scorsa stagione c’era grande fiducia nei confronti della formazione di Allegri, tuttavia le rivali erano di altissimo livello e nelle scommesse champions league la sorpresa è costantemente dietro l’angolo.

Quote e pronostici sulla Champions League 2020

Champions League: le origini della competizione

La Champions League, nota fino al 1992 come “Coppa dei Campioni”, nacque di fatto nel 1955, ovvero 17 anni prima dell’Europa League. Inizialmente e fino al 1997 prendevano parte alla competizione solo le squadre vincitrici dei rispettivi campionati nazionali.

Il torneo metteva quindi di fronte solo campioni di nome e di fatto, il meglio che il palcoscenico europeo avesse potuto produrre negli ultimi mesi. Solo negli anni ’90 è stata rivista la formula di doppi turni a eliminazione diretta inserendo i gironi. Inoltre, a poco a poco il numero delle squadre partecipanti è cresciuto sempre più, tanto che oggi si possono contare in una singola edizione della Champions anche più di tre formazioni provenienti dallo stesso Paese.

C’è da dire che il regolamento del torneo è cambiato davvero tante volte nel corso dei decenni. In passato, in alcuni casi di parità era addirittura prevista la ripetizione di una partita.

Le date salienti in merito al regolamento del torneo

  • Dal 1955 al 1991 il torneo era esclusivamente ad eliminazione diretta e vi prendeva parte, oltre alla formazione detentrice del trofeo, un club per nazione, ovvero la squadra campione del proprio campionato. Dal 1956 al 1961, nel caso in cui la squadra campione in carica era anche campione del proprio campionato nazionale, potevano partecipare anche i vice-campioni di quel Paese.
  • Poco più tardi, dal 1991 al 1993 sono stati istituiti tre turni di qualificazione a eliminazione diretta e una fase a gironi con due gruppi, le cui vincitrici arrivavano dapprima in finale, poi, dal 1993, in semifinale.
  • Dal 1994 al 1997, invece, erano previsti un turno di qualificazione a eliminazione diretta e una fase a gironi con quattro raggruppamenti, di cui vincitrici e seconde classificate si qualificano ai quarti di finale. Dal 1997 al 1999 erano due i turni di qualificazione a eliminazione diretta, con fase a gironi da sei raggruppamenti le cui vincitrici e le due migliori seconde classificate accedevano ai quarti di finale, con la partecipazione di due squadre per nazione.
  • Infine, Dal 1999 al 2003, poi, furono giocati tre turni di qualificazione a eliminazione diretta e due fasi a gironi, con ben quattro squadre previste per nazione. A partire dal 2009 è presente un turno aggiuntivo di spareggio dopo il terzo turno. Attualmente, la Champions League inizia a luglio con tre turni preliminari di qualificazione e un turno di play-off, prima che le trentadue squadre qualificate vengano raggruppate negli otto gironi composti ciascuno da quattro formazioni

Chi vince la Champions può disputare sia la Supercoppa contro i detentori dell’Europa League sia la Coppa del mondo per club FIFA.

La formazione più titolata è il Real Madrid con 13 successi, mentre la squadra italiana che detiene il maggior numero di Coppe dei Campioni/Champions è il Milan, che a dispetto dei pronostici degli amanti delle scommesse champions league non prende parte al torneo dal 2014.

Ormai sembra che la Champions abbia trovato da tempo la sua formula definitiva, anche se non è escluso un ulteriore aggiornamento nel prossimo decennio. Da tempo, infatti, si parla di sostituire il torneo con una Coppa del mondo per club molto più estesa.

Champions League: le origini della competizione

Albo d’oro: Chi ha vinto la Champions League dal 2000 ad oggi?

Dato che stiamo parlando anche un po’ di storia, è bello vedere chi ha vinto la coppa negli ultimi 20 anni.

AnnoVincitrice
2000-2001Bayern Monaco
2001-2002Real Madrid
2002-2003Milan
2003-2004Porto
2004-2005Liverpool
2005-2006Barcellona
2006-2007Milan
2007-2008Manchester United
2008-2009Barcellona
2009-2010Inter
2010-2011Barcellona
2011-2012Chelsea
2012-2013Bayern Monaco
2013-2014Real Madrid
2014-2015Barcellona
2015-2016Real Madrid
2016-2017Real Madrid
2017-2018Real Madrid
2018-2019Liverpool
Albo d'oro: Chi ha vinto la Champions League dal 2000 ad oggi

Calendario Champions League 19/20

Vediamo, tra le altre cose, quali saranno le date delle fasi a eliminazione diretta:

FaseDate
Ottavi di finale18-19-25-26 febbraio   10-11-17-18 marzo
Quarti di finale7-8-14-15 aprile
Semifinali28-29 aprile   5-6 maggio
Finale30 maggio

Tutto quello che devi sapere sui sorteggi

Come si svolgono i sorteggi?Le squadre che appartengono alla stessa federazione non possono incrociarsi nei gironi o all’inizio della fase ad eliminazione diretta. Il sorteggio per i gironi e per gli ottavi di Champions League tiene conto anche dei palinsesti televisivi per far sì che gli spettatori di tutta Europa possano assistere al maggior numero di partite possibili, oltre che del fattore casalingo di eventuali compagini della stessa città, che talvolta deve essere invertito per evitare di programmare nello stesso giorno due incontri nello stesso stadio.

Nei gironi vengono individuate delle teste di serie in relazione al loro ranking UEFA. In alcune edizioni il sorteggio viene effettuato per ogni turno della fase ad eliminazione diretta, ma spesso viene definito in anticipo il resto del tabellone dai quarti di finale in poi. Il sorteggio avviene sempre a Nyon e spesso le scommesse champions league interessano anche la casualità degli accoppiamenti. Le scommesse finale champions sono comunque aperte ancora prima di conoscere lo sviluppo del tabellone.

campo

Come funzionano le qualificazioni?

A seconda del ranking UEFA della federazione relativa al proprio campionato, ogni nazione può inviare un numero diverso di squadre in Champions League, alcune delle quali non accedono però direttamente ai gironi, dovendo passare prima attraverso uno o più turni preliminari, anch’essi interessati dalle scommesse champions league. Anche chi vince l’Europa League può giocare la Champions, portando in alcuni casi a 5 il numero di squadre provenienti dallo stesso Paese che partecipano a una singola edizione.

Una volta arrivati alla fase a gironi bisogna conquistare uno dei primi due posti in classifica per andare avanti nel torneo. Chi arriva terzo nella fase a raggruppamenti, infatti, viene destinato ai sedicesimi di finale di Europa League. Le squadre che arrivano ultime nel girone di Champions, invece, rimangono fuori da ogni competizione europea sino a fine stagione.

omini

Il trofeo: la coppa dalle grandi orecchie

La forma del trofeo si contraddistingue per la presenza di due vistosi manici che gli hanno conferito nel tempo anche il nome non ufficiale di “coppa dalle grandi orecchie”. Il trofeo ha un’altezza di 62 cm e pesa 8,5 kg. Dal 2005, sul retro della coppa vengono incisi i nomi di tutte le squadre che l’hanno vinto in precedenza. Dal 1997 il trofeo originale viene consegnato al sindaco della città che organizza la finale, così da poter essere mostrato al pubblico nelle settimane precedenti. Se in passato era possibile ottenere dall’UEFA l’originale della coppa conquistata o una riproduzione su scala inferiore, oggi chi vince il torneo potrà conservare in futuro una replica di pari dimensioni.

I club che hanno vinto tre Champions consecutive o cinque in totale possono fregiarsi del multiple-winner badge, oggi presente sulle maglie di Real Madrid, Ajax, Bayern Monaco, Milan, Liverpool e Barcellona, con il numero di successi ottenuti inserito all’interno di una raffigurazione della coppa. Su chi puntare per le scommesse champions league?

calcione

Consigli scommesse Champions League 19/20

Come ogni anno, questo è il periodo dell’anno in cui la nostra redazione è intasata di richieste di consigli. Le scommesse Champions League attirano tanti giocatori, ed un bel po’ di essi ci chiedono qualche aiutino. Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere questo paragrafo, con la speranza di togliere qualche dubbio dalla mente di qualche scommettitore.

La domanda che ci viene posta con più frequenza riguarda la squadra che vincerà la Champions League. Dovremmo rispondere, scherzosamente, che non abbiamo la sfera di cristallo, ma possiamo dare qualche dritta.

Il consiglio principale è scommettere sulle squadre favorite. La Champions League è ormai una coppa che lascia pochissimo spazio all’immaginazione. Raramente oramai si assiste a qualche sorpresa, con piccole squadre che arrivano alle fasi più avanzate. Si tratta di una competizione troppo importante, anche in termini economici, e le grandi squadre ci arrivano sempre più organizzate.

bolletta

Scommesse Champions League: quali sono le possibilità di scommesse?

Chi vuole cimentarsi nelle scommesse champions league può scegliere se dedicarsi alle classiche giocate delle singole partite o a quelle antepost. Il torneo diventa infatti ad eliminazione diretta nella sua fase conclusiva, quindi il numero di squadre in gara si riduce sempre più.

Nelle scommesse champions league si può dunque provare a prevedere il passaggio del turno a favore di una o dell’altra squadra, i nomi delle squadre che prenderanno parte alla finale o il vincitore assoluto.

Alcuni bookmaker permettono anche scommesse champions league in relazione ai sorteggi nella fase ad eliminazione diretta.

Nel complesso, le opzioni a disposizione degli amanti del betting sono davvero innumerevoli e volte a soddisfare ogni possibilità di giocata.

Le scommesse champions league sono da veri intenditori di calcio: il più delle volte, infatti, si finisce col puntare su squadre che si vedono giocare molto raramente nel proprio Paese.

parata

Uno sguardo al passato: chi furono le squadre partecipanti alla Champions League 2018/19?

L’edizione del 2019 ha coinvolto decine di squadre provenienti da 54 federazioni associate all’UEFA.

I club che sono arrivati alla fase a gironi sono:

  • Borussia Dortmund
  • Atletico Madrid
  • Bruges
  • Monaco
  • Barcellona
  • Tottenham
  • Inter
  • PSV
  • Paris Saint-Germain
  • Liverpool
  • Napoli
  • Stella Rossa
  • Porto
  • lSchalke 04
  • Galatasaray
  • Lokomotiv Mosca
  • Bayern Monacol
  • Ajax
  • Benfica
  • AEK Atene
  • Manchester City
  • Lione
  • Shakhtar Donetsk
  • Hoffenheim
  • Real Madrid
  • Roma
  • Viktoria Plzen
  • CSKA Mosca
  • Juventus
  • Manchester United
  • Valencia
  • Young Boys

Otto di queste compagini sono state costrette ad abbandonare la Champions ed approdare ai sedicesimi di Europa League, essendosi classificate come terze nel girone. I pluricampioni in carica del Real Madrid, invece, sono stati eliminati già agli ottavi di finale per mano dell’Ajax, con buona pace di chi puntava ancora sugli spagnoli nellee scommesse champions league.

Nell’opinione di tanti addetti ai lavori l’assenza di Cristiano Ronaldo ha pesato non poco sulla condotta europea delle merengues. Per contro, la presenza di CR7 nella Juventus potrebbe aumentare ancora di più le chance di vittoria dei bianconeri, che di recente sono arrivati due volte in finale: nel 2015 e nel 2017, perdendo in entrambe le occasioni nonostante soprattutto nel secondo caso le scommesse finale champions sembravano premiare la squadra italiana.

pallone e soldi